KEATS-SHELLEY POETRY PRIZE 2012 - VINCITORI (POESIE ITALIANE)

12 Giugno 2012

IT 5-9

PRIMO PREMIO

Il giardino segreto

Nel giardino segreto è tutto diverso.

La luce è fortissima come nell’universo.

Ci sono vulcani che eruttano oro,

Ognuno può trovare il proprio tesoro.

Gli alberi esaudiscono tutti i desideri

Così che i pensieri diventano veri.

Il giardino segreto ogni dieci anni scompare,

Nell’acqua ghiacciata nel fondo del mare.

Gli uccelli che non sanno nuotare

Diventano dei pesci che sanno cantare.

La storia segreta di questa avventura

Termina nella fantasia di ogni creatura.

Mimosa Panegrossi, 9 anni

Britannia International School, Rome

SECONDO PREMIO

Il mio giardino segreto

Dietro a un cespuglio

si nasconde l’entrata

del mio giardino segreto.

Non l’ha trovato ancora nessuno,

è coperto da piante e un frutteto.

Io da lì spio la gente che passa con il mio cannocchiale,

proteggo i vicini da qualunque criminale.

Controllo che esce e entra dal cancello

come se fossi un agente segreto

e immagino di stare in missione per mio fratello.

Poi arriva la notte scura scura

vedo tante ombre e ho paura,

scappo dal giardino in tutta fretta

veloce come una saetta.

Edward Fusco, 7 anni

Britannia International School, Rome

IT 10-13

PRIMO PREMIO

Oltre l’arcobaleno

E’ semplice linea azzurra

è verde lo sfondo intero

è bianca la luce pura

è rosso l’amore vero.

Va oltre il mio sguardo attento

ma dove potrà arrivare?

Se è vero che c’è un momento

che niente potrà fermare.

Lo spazio sembra deserto

il tempo non viaggia più

ho visto un mondo aperto

ho visto cosa c’è lassù.

Angelica Bellisario, 11 anni

Scuola Luigi Settembrini, Roma

SECONDO PREMIO

Città Immaginaria

Una comunità ideale

di idealismo

una società sociale

di ideale Socialismo.

L’immagine di equità

sociale

solidale

ed economica.

Potere. Non un valore

ma un raro tumore

Città, una famiglia ideale

dove la fratellanza prevale.

In una certa nazione

è mal ideata

mal sviluppata

un marcio frutto dell’umana immaginazione.

Alexis Boutourline, 12 anni

Ambrit School, Rome

IT 14-18

PRIMO PREMIO

Il non essere di un paese

“la geografia del monopolio della vita

Non ha montagne dove possa respirare

Gli animali sono esperti in azioni

Valigie nere, abiti neri, umori grigi”

“amore viaggerò controcorrente,

Ma sono in coda da due anni per entrare

I salmoni stanno andando a lavorare

Insultano me, la mia maglietta e la mia idea”

“il cristallo è ancora pezzo raro

Nel mercato lo cercano a buon prezzo

Lamentandosi poi, se pezzo di vetro:

niente paura è colpa dello stato”

Nicolò Santovincenzo, 17 anni

Liceo Classico Statale Dante Alighieri, Anagni (FR)

SECONDO PREMIO

Come posso trovarti?

Un corpo stanco il tuo

Corpo di donna che si adagia su di un divano senza forma, come te.

Occhi spenti e smarriti,

Mani che tremano.

In quale mondo ti trovi?

Entro da questa porta e trovo un’estranea;

Passo incerto di chi ha appena imparato a camminare, ti dirigi verso di me

Mi riconosci?

Tenti di toccarmi la mano, provi a stringermi a te

Ma le tue braccia sono deboli e il mio corpo è lontano dal tuo.

Non ci siamo più. Io & te non ci siamo più.

Non riesco a guardare i tuoi occhi: troppo grigi, troppo lontani.

Non riesco più a capire chi sei.

Come posso trovarti?

Frugo fra le tue cose, cerco tra i tuoi libri e il tuo passato;

Sei inafferrabile. Scivoli come sabbia fra le mie dita.

Hai il volto segnato dalla malattia, le tue mani tremano, le tue gambe cedono.

Inciampi. Quasi cadi a terra.

Non ti trovo, ti cerco dentro me e non ti trovo, mi sembri sempre più lontana,

Ti vengo a trovare e non riesco a salire a casa tua.

Vivi in un susseguirsi di giorni tutti uguali.

Il tempo si è fermato due anni fa.

La malattia tiranna alla vita ti ha strappato.

Come posso fare per raggiungerti?

Respiro lo stesso odore di polvere in cui ti immergevi anche tu

Sfoglio i tuoi libri, mi abbandono alle tue annotazioni.

Non hai figli né marito, la tua famiglia siamo noi.

Mi dicono che ti ho dentro.

Dove sei?

Claudia Piscitelli, 16 anni

Liceo Classico Statale Dante Alighieri, Anagni (FR)